Loading...

Loading...

Come diventare una data-driven company

  • Scritto venerdì 11 settembre 2020
  • Tempo stimato di lettura 7 minuti
synapse webinar

La trasformazione digitale delle imprese richiede nuovi modelli basati sui dati, costruendo infrastrutture, organizzazioni e architetture in grado di valorizzare le informazioni per ottimizzare il business aziendale. I vantaggi principali di una data-driven company sono una migliore capacità decisionale, la misurazione precisa dei risultati e la condivisione delle informazioni fra tutti i reparti aziendali. È necessario, però, che l’azienda ottimizzi tutta la supply chain dei dati. 

La strategia da seguire per costruire un’impresa data-driven.

Nell’era digitale i dati sono la risorsa più preziosa per le imprese, uno strumento indispensabile per ottimizzare i processi aziendali e migliorare la customer journey. Il 90% delle informazioni disponibili sono state create negli ultimi 10 anni, ma appena lo 0,5% di questi dati è stato utilizzato, processato e integrato per attività di innovazione e crescita del business aziendale. Al giorno d’oggi la maggior parte delle aziende comprende l’importanza di un utilizzo corretto delle informazioni, tuttavia molte società devono ancora migliorare alcuni aspetti, in particolare: 

  • allineamento del business alle strategie aziendali basate sui dati;  
  • processamento e valutazione dei Big Data; 
  • modelli chiari per governance e processi operativi; 
  • adeguamento delle infrastrutture interne.

Gli obiettivi principali di una strategia aziendale basata e guidata dai dati sono: 

  • sfruttare le potenzialità delle informazioni in possesso dell’impresa, creando valore per il business aziendale e i partner; 
  • prendere decisioni migliori partendo dai dati, per ottimizzare i modelli operativi e gli ecosistemi aziendali, favorendo una visione centralizzata e rimuovendo le barriere tra i reparti; 
  • mettere al centro dei processi aziendali una corretta gestione delle informazioni, sistema a cui devono partecipare attivamente anche i clienti, affinché sia possibile aumentare le performance per la crescita dell’impresa. 

I risultati diretti di questo complesso processo sono: 

  • un rapporto più stretto con i clienti; 
  • un maggiore flusso di informazioni in ingresso; 
  • un’operatività aziendale più efficiente; 
  • la conformità delle procedure aziendali e la protezione dai rischi legali.

La pandemia globale di Covid-19 ha messo in luce l’importanza della Digital Transformation, con molte imprese che si sono viste costrette, in tempi brevissimi e in piena emergenza, ad aumentare la velocità dei processi d’innovazione. Questa situazione, se gestita in modo non ottimale, rischia di spingere le imprese verso cambiamenti del business non sostenibili. Inoltre, bisogna considerare alcuni aspetti che renderanno i dati sempre più centrali per le strategie aziendali.  

Secondo una ricerca Accenture, l’80% delle imprese è consapevole delle proprie carenze nell’uso dei dati e nella digitalizzazione dei processi ed è pronta a intervenire. L’Harvard Business Review rileva che il 75% delle grandi aziende equiparerà entro il 2021 il ruolo del CDO e CDIO a quello dei settori IT, Finance e HR. Entro il 2022 il 90% delle strategie integrerà i dati come risorsa cruciale per il business, mentre la metà delle compagnie prenderà decisioni basate su sistemi intelligenti di analisi dei dati in tempo reale, secondo il World Economic Forum. 

Le data-driven company sono in grado di rafforzare il proprio core-business, utilizzando le risorse ottenute dalla maggiore efficienza operativa per: 

  • sviluppare nuovi prodotti e servizi; 
  • adeguare il business alla velocità del mercato; 
  • incrementare l’efficienza e la profittabilità; 
  • ottimizzare i processi di customer experience; 
  • aumentare la conformità della compliance aziendale. 

Le imprese con un business guidato dai dati, ad esempio con l’analisi dei Big Data tramite l’uso di tecnologie di analisi e AI come Microsoft Analytics Platform System e Azure Machine Learning, possono beneficiare di numerosi vantaggi e migliorare diversi processi: 

  • trasformare i clienti in individui, personalizzando prodotti, servizi, contenuti e interazioni in base alle esigenze personali; 
  • convertire le informazioni in insights, migliorando le decisioni in ambito commerciale attraverso scelte guidate dai dati e tramite un processo continuo di perfezionamento delle strategie aziendali; 
  • cambiare le vulnerabilità in punti di forza, potenziando la sicurezza aziendale attraverso le tecnologie di intelligenza artificiale; 
  • passare dal marketing alla consulenza personalizzata, ovvero essere percepiti dai clienti non come advertiser, ma come consulenti di fiducia in grado di proporre soluzioni su misura; 
  • automatizzare i processi interni, favorendo una perfetta integrazione tra i dipendenti e il supporto dell’automatizzazione basata sui dati; 
  • transitare dai partner al network, fornendo ai clienti un’ampia offerta di servizi integrati e coinvolgendo i partner in collaborazioni professionali.

I 4 pilastri per le data-driven company.


Per costruire un’azienda data-driven bisogna partire dallo sviluppo di una strategia aziendale guidata dalle informazioni. In particolare, è fondamentale valorizzare le competenze interne, promuovere assunzioni allineate con le nuove capacità richieste (data scientist, data engineer, data analyst, data architect), adottando tecnologie in grado di supportare l’analisi e l’uso dei dati all’interno dei processi aziendali. L’approccio data-driven prevede 4 possibili metodi

  • implementare una gestione delle informazioni flessibile e agile, migliorando la raccolta dei dati e la loro comprensione, creando processi standardizzati e dinamici
  • potenziare l’infrastruttura legata ai dati all’interno dell’azienda e includendo anche i partner, per cogliere nuove opportunità di crescita e migliorare l’efficienza del business; 
  • adottare modelli predittivi attraverso tecnologie AI avanzate come Azure IoT Edge, promuovendo l’accessibilità interna alle risorse e la decentralizzazione; 
  • creare nuovi metodi di guadagno sfruttando i dati ottenuti attraverso l’analisi dei Big Data e i sistemi di intelligenza artificiale utilizzati per offrire servizi personalizzati ai clienti. 

Per la trasformazione della propria azienda in un’impresa data-driven è possibile considerare 4 pilastri fondamentalivalue realization, data foundation, insight generation, data management and governance.

Value Realization: la value realization è un modello da seguire per quantificare il valore apportato dall’utilizzo dei dati, per migliorare le prestazioni aziendali e l’esperienza dei clienti ridefinendo la workplace experience con tecnologie come Microsoft 365. Questo approccio permette di valutare i vantaggi quantificabili, condizioni che possono essere rappresentate da un aumento della redditività, una maggiore efficienza interna oppure una riduzione dei costi. Gli interventi di estrazione, generazione e calcolo del valore realizzato si concentrano su:

  • prodotti e servizi 
  • consumer experience 
  • processi aziendali

Data Foundation: con la data foundation si migliora l’accesso ai dati da parte di tutti i reparti e i dipendenti dell’impresa, in questo si possono decentralizzare i modelli aziendali ed è possibile prendere decisioni più mirate e più in fretta. Alla base di questo processo ci sono sistemi ottimizzati di acquisizione, comprensione e analisi delle informazioni, ad esempio utilizzando tecnologie innovative come Azure Synapse Analytics. Si tratta di una piattaforma scalabile e flessibile, la quale favorisce l’ottimizzazione delle funzioni all’interno della Data Driven Organization, come abbiamo raccontato nel webinar di Avanade e Microsoft su Synapse.  

Insight Generation: attraverso l’insight generation è possibile impostare una strategia aziendale basata sull’intuizione, implementando le indicazioni provenienti dallo studio dei dati all’interno dei processi decisionali. Le scelte diventano più consapevoli, guidate da algoritmi e sistemi di AI incentrati sull’analisi delle informazioni, per riconoscere le tendenze e ottenere un vantaggio competitivo. Per generare insight efficaci è necessario condividere i dati, creare cluster di osservazione e valorizzare le competenze personali e professionali necessarie per estrarre intuizioni dalle informazioni.  

Data Management and Governance: una data-driven company deve essere in grado di convergere la gestione dei dati con l’organizzazione formale di modelli operativi, sviluppando meccanismi di supervisione dei processi aziendali. Non bisogna soltanto comprendere le informazioni, ma è necessario studiare procedimenti sicuri e affidabili d’accordo con il metodo DAMA:

  • gestione di dati e metadati; 
  • analisi della qualità dei dati; 
  • conservazione dei dati; 
  • integrazione dei dati nel business; 
  • verificazione di ogni processo; 
  • garanzie sulla sicurezza dei dati. 

Come trasformare la tua azienda in una data-driven company.


La conversione della propria impresa in una data-driven company è un processo lungo e complesso, ma è possibile intraprendere un percorso graduale per costruire una piattaforma di gestione smart dei dati, una soluzione adatta a imprese di qualsiasi dimensione. In Avanade offriamo un supporto qualificato per capire come sfruttare le informazioni, per creare un business guidato dai dati che sia più moderno, efficiente e competitivo. 

Avanade Stories Newsletter

Condividi questa pagina