Loading...

Nick Hussey Jonny Williamson

Articolo di

Nick Hussey e Jonny Williamson

I produttori si stanno adattando rapidamente anche all'ambiente di lavoro in evoluzione

In soli 12 mesi, il COVID-19 ha rimodellato interi settori e ridefinito il concetto futuro di workplace. A causa della pandemia, il settore manifatturiero si trova a un bivio: può rimanere invariato nonostante l pandemia o può riemergere galvanizzato con un rinnovato senso di innovazione e collaborazione in prospettiva futura. Nonostante le difficoltà, stiamo constatando che gli ambienti di lavoro e la forza lavoro industriali si stanno adattando rapidamente e stanno adottando questi cambiamenti con un occhio al futuro.

Un nuovo mondo di lavoro per una nuova generazione di neoassunti

Mentre i settori più avanzati dal punto di vista digitale erano meglio preparati allo shock culturale causato dal lavoro da casa portato dal COVID-19, la presenza fisica obbligatoria delle operations di fabbrica ha determinato difficoltà per i produttori. Lavorare in remoto si è rivelato problematico, se non impossibile, per molti ruoli di produzione e il rendimento produttivo ha subito inevitabilmente un grande colpo.

Abbiamo imparato la lezione, ma c'è ancora spazio per migliorare, soprattutto quando si tratta del reclutamento e della retention dei talenti. La prossima generazione di laureati probabilmente si orienterà verso le società più progressiste, innovative e basate sul digitale.

Qualsiasi giovane che inizia la propria carriera potrebbe voler scegliere tra un ambiente vivace e innovativo, stile campus, in una delle grandi aziende tecnologiche e un ruolo nella produzione, a nostro avviso più coinvolgente e gratificante, ma con un ambiente di lavoro completamente diverso.

Capannoni e cartellini

Troppo spesso il termine "Manufacturing" evoca immagini di capannoni con il tetto corrugato nel mezzo di una proprietà industriale. Dobbiamo iniziare a renderci conto che la employee experience è più importante ora e riguarda ogni aspetto, dall'edificio in cui lavori alle piattaforme tecnologiche che utilizzi. Tutto fa la differenza e non solo per i giovani laureati.

In qualità di settore, dobbiamo assicurarci di offrire ai giovani un ambiente di lavoro stimolante e uno spazio di lavoro coinvolgente, che offra la flessibilità che apprezzano e si aspettano.

Investire in prodotti e persone

Diversi produttori sono ancora in fase business continuity, rispondendo e riadattandosi alle sfide che la pandemia ha presentato. Tuttavia, altri stanno reagendo meglio. Perché?

In breve, perché hanno investito in tecnologie digitali trasformative e nella loro workplace experience prima dell'insorgere del COVID-19. Dalle basi della collaborazione e della comunicazione ai field services e alle operazioni da remoto, coloro che hanno investito nel proprio ambiente di lavoro hanno guadagnato una posizione ottimale per la sopravvivenza all'impatto immediato della pandemia ed ora guardano alla costruzione del futuro.

Reinventare il futuro dell'ambiente di lavoro

Guardando al futuro, abbiamo l'opportunità di creare un ambiente di lavoro (e un settore più ampio) di produzione ottimizzato, guidato dall'innovazione, socialmente consapevole e realmente sostenibile entro il 2025. Molte organizzazioni hanno già adottato misure per realizzare tale visione.

BAE Systems, ad esempio, sta ripensando e rinnovando il modo in cui tecnologia e persone possono collaborare. La soluzione combina tecnologie di produzione avanzate con un ambiente di fabbrica collegato digitalmente per trasformare i processi ingegneristici e rendere più efficiente la produzione di velivoli militari del futuro.

Allo stesso modo, Philips e Unilever sono in prima linea su scala globale, mentre aziende più piccole come le inglesi Griple e Lander Automotive stanno ridefinendo ciò che può essere la workplace experience industriale del futuro, occupandosi non solo della tecnologia sul luogo di lavoro, ma anche della cultura e della employee experience.

Dai il benvenuto ai tuoi nuovi colleghi "robot" o "digitali"

Un esempio di questo cambiamento è rappresentato dai gemelli digitali, i cui vantaggi stanno diventando sempre più evidenti. Anche i principali produttori si stanno rendendo conto che la capacità di eseguire un ciclo a secco di qualsiasi modifica di processo o metodo ha enormi vantaggi per le dimensioni operative, ad esempio in termini di efficienza, di costi dei materiali e di tempi di inattività.

Inoltre, è stato dimostrato che i gemelli digitali offrono l'opportunità di consentire alle persone di concentrarsi sull'aggiunta di valore reale all'azienda, anziché su attività ordinarie e di routine, migliorando notevolmente la employee experience. Un grande produttore di apparecchiature industriali nel Regno Unito è operativo dagli anni '70, ma oggi è tra i primi a usare i gemelli digitali replicando ogni processo per creare una mappa digitale completa della fabbrica. Qualsiasi modifica a prodotti o flussi di lavoro viene effettuata prima digitalmente, al fine di ridurre rischi e costi.

Entro il 2025, ci aspettiamo una proliferazione ulteriore di tecnologie come i gemelli digitali, la robotica, l'automazione e nuovi strumenti di extended reality come Microsoft HoloLens, che svolgono un ruolo cruciale nell'ambiente di lavoro della produzione e nelle pratiche di lavoro quotidiane. In particolare pensiamo alla formazione e al trasferimento di competenze, nell'ambito delle quali Microsoft HoloLens, ad esempio, sta aiutando i veterani del settore a formare la prossima generazione di lavoratori.

Informazioni su Nick Hussey e Jonny Williamson

Nick Hussey

Nick Hussey è Chief Executive Officer presso The Manufacturer. Nick vanta 28 anni di esperienza nel settore editoriale e degli eventi e oltre 12 anni di esperienza nel settore del Manufacturing, avendo acquisito The Manufacturer nel 2008. È un rinomato commentatore del settore e basa la sua attività su una conoscenza approfondita di diversi settori e sulle sfide e le opportunità che i leader strategici delle attività produttive devono affrontare.

 

Jonny Williamson

Jonny Williamson è Editorial Director di The Manufacturer e lavora da quasi un decennio come giornalista esperto in produzione, ingegneria e tecnologia. Fornisce ai titolari d'azienda e ai decision maker le informazioni di cui hanno bisogno per gestire le proprie operations in modo più efficiente, redditizio e sostenibile.

Condividi questa pagina